• Mercoledì 29 Giugno 2016 alle 8:59
Raccolta differenziata: si cambia. In arrivo nuovo metodo unico di calcolo. Come funzionerà e quanto sarà conveniente?

Cambia il sistema di calcolo per la raccolta differenziata in città: è stato, infatti, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto del ministro dell'Ambiente sulle nuove ‘linee guida nazionali per un metodo di calcolo unico della raccolta differenziata dei rifiuti urbani e assimilati, cui tutte le Regioni dovranno attenersi nel dotarsi dei propri metodi di calcolo e di certificazione’. In base a quanto previsto, per il nuovo calcolo saranno innanzitutto messi a confronto i risultati tra le diverse aree geografiche del territorio nazionale e tra i Comuni, modulando i tributi comunali in base a livelli di raccolta raggiunti e certificati dalle Regioni.

Il nuovo metodo prevede calcoli percentuali dei rifiuti urbani e assimilati raggiunti in ogni comune attraverso la differenziata, dal calcolo del compostaggio domestico e della frazione verde proveniente dalla manutenzione di giardini e parchi nella raccolta differenziata, al calcolo di tutti i rifiuti dei centri di raccolta comunali, al calcolo della percentuale di raccolta differenziata senza alcuna correzione di tipo demografica perchè la percentuale  di raccolta differenziata è calcolata come rapporto tra quantitativi di rifiuti raccolti e quantitativi totali di RU prodotti.

Secondo quanto spiegato dal ministro dell’Ambiente Galletti, s tratta di una novità necessaria perché l'Italia della raccolta differenziata “viaggia ancora a diverse velocità, anche a causa della confusione generata da strumenti di calcolo differenti da una Regione all'altra, cui segue un'ovvia difficoltà nel rendere omogenea l'applicazione del tributo. Queste linee guida nazionali sono funzionali a portare tutto il nostro Paese verso l'economia circolare, adeguandolo agli standard europei di differenziata e superando la realtà delle discariche in cui purtroppo va ancora gran parte dei rifiuti nazionali”. Resta da capire quali saranno i vantaggi di questo nuovo meto unico di calcolo dei rifiuti urbani per tutta  l'Italia, che al momento suscita perplessità e dubbi conderando le diverse abitudini regional.

Video: Come funziona la raccolta differenzata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato nè utilizzato per inviarti email *



Clicca qui sotto per confermare che sei una persona:

Cancel reply
T2 = 0,0000
T3 = 0,0000
T4 = 0,0000
T5 = 0,0000
T6 = 0,0000
T7 = 0,0000 > 4502,406 > 4502,406